Per i Trackday, freni in acciaio meglio dei carboceramici. Parola di Porsche!

Per i Trackday, freni in acciaio meglio dei carboceramici. Parola di Porsche!

25/03/2019 0 Di OneMoreLap

Per i Trackday, freni in acciaio meglio dei carboceramici. Parola di Porsche!

PAUL WATSON, RESPONSABILE TECNICO PORSCHE

Paul Watson, responsabile tecnico locale di Porsche, durante la presentazione della nuova 911 (992) dichiara: “Se fate spesso trackdays, raccomandiamo dischi in acciaio”.

In effetti i carboceramici sono tecnologicamente la soluzione migliore ma “Quando li abbiamo lanciati [i PCCB], abbiamo detto che sarebbero durati virtualmente per l’intera vita dell’auto, poi i clienti hanno fatto qualche trackday e hanno riferito di averli consumati completamente“.

ALTI COSTI DI GESTIONE PER USOPISTA

In effetti, già all’epoca della 996 (il cui impianto PCCB era dato per ben 300.000 km) c’era chi sborsava 11.000 Euro e finiva per sostituire come minimo gli anteriori a meno di 10.000 km! Watson conferma che il calore generato da frenate intense causa il degrado delle fibre che compongono il disco, cosa più evidente sulla 996 per via dell’insufficiente aria fresca inviata all’impianto.

Questo però non significa che i carboceramici hanno improvvisamente smesso di funzionare. I vantaggi e gli svantaggi di entrambi i dischi in acciaio e carboceramici sono noti – i carboceramici hanno coefficiente d’attrito maggiore, peso enormemente inferiore, resistenza eterna al fading; più che altro, ciò che Porche vuole sottolineare è che il rapporto costo/prestazioni è nettamente a favore dei dischi in acciaio.

Porsche propone l’impianto carboceramico per la nuova 992 come optional a 9.162,20 Euro. Brembo produce impianti carboceramici che costano anche oltre 20.000 Euro e altri ottimi in acciaio che vengono 1/3. Insomma, un conto sono le corse, un altro i trackday; gli impianti in carbonio sono più leggeri, sono più belli, ma decisamente antieconomici per una vettura stradale utilizzata frequentemente in pista.

AD OGNUNO LE SUE ESIGENZE

Attenzione, è ovvio che poi dipende dal proprio portafogli e le effettive esigenze. I dischi in carbonio per un uso prevalentemente stradale sono sicuramente un ottima scelta ed in più come precisa Watson “Se non vi piace pulire i cerchi, è un vantaggio“, visto che non creano polvere.